UBIQ è una borsa che si trasforma in sacca porta acqua per una veloce doccia all’aria aperta, uno zaino che diventa un giubbotto avvolgente che accoglie e permette di riposare, una morbida amaca da passeggio di un brillante verde pisello, una borsa che si tramuta in un kit da pic-nic in stile orientale, con tanto di bacchette. E poi è l’insieme di tanti progetti per arredare e costruire in armonia con la natura, idee per realizzare eventi includendo elementi dell’ambiente, come l’acqua, packaging moderni e sostenibili per il cibo. Sono le variegate e versatili idee degli allievi dei corsi di Design di Prodotto, Design Grafico e di Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti, chiamati a ideare e creare prototipi sul tema del movimento, del cacciatore contemporaneo, l’uomo nomade e tecnologico.

La mostra UBIQ, curata da Maurizio Corrado, ha inaugurato ieri sera negli spazi espositivi dell’Accademia, in concomitanza con Cersaie e con Bologna Design Week. Una sfilata di abiti futuristici ha anticipato e accompagnato la visita, vestiti dalle forme geometriche o flessuose, realizzate con materiali innovativi e tradizionali, attorno all’idea della versatilità e del recupero. Futuro e passato rimbalzano tra i progetti e nelle opere realizzate dai ragazzi, proposte, suggestioni, oggetti, modelli, abiti polifunzionali, ispirati al più antico legame dell’uomo con la terra e la natura e a richiami ancestrali, da una parte, alle esigenze di mobilità, praticità, leggerezza e velocità dell’uomo urbano di oggi, dall’altra.

Ecco che così nascono moduli abitativi itineranti e trasportabili, set di borse per la vita nomade senza materiali di origine animale, abiti sciamanici, abiti mutanti e mutevoli, accessori e strumenti da indossare, grazie anche all’uso della stampa 3D. UBIQ raccoglie le idee che, in un futuro non troppo lontano, potrebbero entrare a far parte nella nostra vita di tutti i giorni.

Noi, intanto, continuiamo a raccontare storie da Cersaie e dintorni dal nostro studio verde al Centro Servizi della Fiera, Blocco C: venite a trovarci!

Redazione e produzione dallo stand 347 5109352 Marcella Marzari

Ufficio stampa 338 6303693 Giulia Foschi