Suolo e Salute : la storia del biologico certificato dal 1969

In compagnia di Alessandro D’Elia scopriamo la storia di Suolo e Salute,  organismo di controllo e certificazione per l’agroalimentare e l’ambiente.

Nasce dall’Associazione Suolo e Salute, fondata nel 1969, che in Italia ha realizzato la prima esperienza di promozione del metodo organico-minerale, dal quale l’agricoltura biologica ha tratto i fondamenti. (vedi anche La nostra storia).

Oltre al biologico – Suolo e Salute da tempo ha esteso il proprio campo di attività ad altri schemi di certificazione nel settore agroalimentare e ambientale.
L’agricoltura biologica resta però la grande passione di Suolo e Salute.

Tra i servizi dell’ente certificatore, oltre il biologico, ricordiamo il controllo e la certificazione dei prodotti a Denominazione di Origine (DOP, IGP e STG), dello standard GlobalGap, della Rintracciabilità di Filiera, dell’Agricoltura Integrata, della Biocosmesi e dei prodotti per Vegani; inoltre, grazie ad accordi stipulati con partner accreditati, può offrire diversi altri servizi di certificazione (es. GMP, ISO 22000, Halal, Kosher, BRC e IFS).

Come tutti i giorni il viaggio sul Treno della Biodiversità si arricchisce di nuove testimonianze e professionalità del territorio italiano che operano nel mondo della Multifunzionalità in agricoltura.

Oggi abbiamo scoperto la storia del primo paese in Italia, Varese Ligure (SP) che per contrastare la crisi sociale ed economica del territorio, nella fine degli anni ’90, ha introdotto il biologico con l’allora Associazione Suolo e Salute, diventata srl solo nel 2001.
Il cambiamento operato dall’allora sindaco di allora, Maurizio Caranza  e’ uno dei picoli miracoli d’Europa.

Varese Ligure:
Il paesino a 46km nell’entroterra ligure ha solo 2400 abitanti ed e’ stata la prima citta’ d’Europa– nel 2001, prima dei tedeschi, prima dei finladesi – a generare il 100% della sua elettricita’ dalle energie rinnovabili. Hanno usato vento, sole, energia idrolettrica e ci hanno messo una manciata di anni a trasformarsi in citta totalmente sostenibile. Genera tanta energia quanto tre volte il suo fabbisogno interno. (cit)

Si tratta del primo esempio di conversione al biologico che ha creato una trasformazione sociale di successo.
Con Alessandro D’elia, abbiamo ripercorso la storia e siamo entrati nel complesso mondo delle certificazioni, per valutare insieme il vero significato di cambiamento che comporta per le aziende e le istituzioni vincolate alla necessità di andare oltre, di generare occupazione e di aprire alla conoscenza anche di territori italiano da riscoprire nel valore delle tradizioni e dei suoi abitanti.

In atto il DdL dedicato al biologico che entro la fine del 2017 deve diventare legge.
Un meccanismo necessario per regolamentare il comparto di produzione in decisa ascesa.

Ricordiamo le dirette via streaming dal nostro profilo di FB tutti i giorni
Dal 25 al 29 settembre saremo al Cersaie (Bologna)
Dal 12 al 15 ottobre saremo ad Agrilevante (Bari)

Diretta streaming i nostri numeri
Su una base di 7000 visualizzazioni in diretta su un bacino di contatti medi di 20.000
per un totale giornaliero che supera i 50.000 contatti medi
dopo solo una settimana di trasmissione!!
Nel ringrazio come sempre i nostri ascoltatori vi ricordiamo che a partire da settembre, su prenotazione è possibile aderire all’iniziativa “Degustazione in Diretta Streaming di Biodiversity.Bio”

Per contatti e informazioni scrivere a eventi@biodiversity.bio
oppure telefonare direttamente alla produzione e redazione al 051 2910424

Progetto promosso dalla Fondazione Biohabitat
Patrocinio Green Building Council Italia
In collaborazione con:
MasterBlog, Easy Academy, Latifolia Group, MMMovieLive

Studio realizzato grazie a
Eventi Di Cartone, Globe Theatre di Steno Tonelli