Ortisgreen ha scelto un elemento al 100% naturale dalle numerose qualità per permettere a chiunque di realizzare giardini verticali componibili e resistenti nel tempo, a un costo contenuto. Questo materiale “magico” è lo sfagno, una specie di muschio biologico, leggerissimo e permeabile, con un’elevatissima capacità di ritenzione idrica: un chilo di prodotto secco trattiene fino a 20 litri di acqua! Ortisgreen ha selezionato uno sfagno pregiato di origine cilena che ha anche proprietà antibatteriche ed antibiotiche, consentendo alla vegetazione un maggiore sviluppo.

Grazie a questo prodotto naturale, ognuno può allestire il proprio giardino verticale, assemblando i moduli proposti dall’azienda: ognuno contiene sei piante da collocare a propria scelta. HOH!, questo il nome del modulo (acronimo di Hang Oasi Home – Appendi un’oasi in casa, ma anche un’espressione di stupore) è un quadro verticale che cambia forma e colore giorno per giorno con il passare del tempo e con le stagioni. Si appende come un semplice quadro: volendo, si può attrezzare un’intera parete. Manutenzione e annaffiatura sono poco impegnative: si bagna comodamente con un bicchiere d’acqua tramite il coperchio irrigatore a goccia. Così la casa si trasforma in un giardino, senza occupare spazio. Le piante adatte sono Spatiphyllum, Anthurium, Calathee, Clorophitum, Ficus pumila, Marante, Pothos, Syngonium, Tradescantia, Fittonia, Guzmania, Asplenium, Dracene, Edere e molte altre.

In occasione di Giardini e Terrazzi, Ortisgreen ha contribuito alla realizzazione del Labirinto della Biodiversità di Fondazione BioHabitat – Latifolia Group.

di Giulia Foschi
Redazione www.biodiversitywar.it

Fondazione BioHabitat

segui le storie con il magazine biodiversitywar 

Entra con noi in “Un Viaggio fatto di Uomini, di Semi e di Piante”