Che cosa è un orologio floreale?

L’idea l’aveva buttata lì nel 1751 nientemeno che Linneo, sì, proprio l’inventore della classificazione scientifica di animali e piante. Un orologio che funzioni con l’apertura e la chiusura naturale dei fiori. Ecco come si fa.

Si divide in dodici spicchi un’aiuola rotonda. Ogni spicchio corrisponde a un fiore e un orario preciso, questo è calibrato su un giardino inglese.

 orologio floreale Ore 6, si apre la Gattaria, l’erba gatto.

7, i Tageti.

8, le Margherite africane.

9, si chiudono le Genziane.

10, si chiudono i Papaveri della California.

11, si apre il Latte di Gallina.

12, si chiude la Campanella dei giardini.

13, si aprono i Garofani.

14, si chiude la Primula Rossa.

15, si chiude il Dente di Leone.

16, si apre la Bella di Notte.

17, si chiudono le Ninfee bianche.

dalla redazione di The Network Spirit – www.biodiversity.bio

di Maurizio Corrado