La vita del cartone non ha fine. Ecco perché, cinque anni fa, Massimo Antonioni e suo figlio Valerio hanno deciso di cambiare direzione, dopo una lunga esperienza lavorativa nell’ambito dell’editoria e della comunicazione visiva, scegliendo una nuova forma di comunicazione, ecologica, sostenibile, fantasiosa e di grande impatto estetico e visivo: il cartone. Eventi di Cartone è un’azienda che realizza allestimenti fieristici, tra i quali lo stand di Fondazione Biohabitat a TuttoFood, a Milano, ed elementi d’arredo come sedie, librerie, panchine, scaffali, in puro cartone 100% made in Italy.

“Abbiamo cercato un ambito di mercato che rispondesse alle nuove necessità emergenti, mantenendo la nostra attitudine e utilizzando la nostra esperienza nel settore della comunicazione visiva – spiega Valerio Antonioni -. Volevamo un prodotto ecologico, sostenibile e dalle molteplici potenzialità creative, e abbiamo trovato la risposta nel cartone”. Quello che potrebbe sembrare un materiale povero, se non di scarto, offre infatti moltissimi vantaggi: “E’ a basso impatto ambientale, poiché non contiene sostanze chimiche o additivi, è riciclato e riciclabile, modellabile a piacimento, è un prodotto 100% italiano con un design funzionale di alta qualità, è un materiale molto leggero, solido e facilmente trasportabile, si presta ad essere affiancato facilmente da altri materiali, è conveniente e accessibile, e infine è facile da personalizzare”.

Eventi di Cartone nasce come start up a livello familiare, da un semplice tentativo con una lastra di cartone, riga, squadra e taglierino alla mano, per poi espandersi coinvolgendo grafici e architetti. “La nostra storia vanta più di un trentennio di esperienza nella comunicazione visiva su carta stampata – continua Valerio – e ora, aiutati da una squadra di giovani specialisti nell’ambito creativo e progettuale, siamo finalmente in grado di rispondere in modo indipendente alle necessità che nel tempo si sono affacciate sul mercato. La nostra catena di produzione ha come obiettivo la spinta verso uno sviluppo ecologico, per questo, oltre ad aver puntato su un materiale intrinsecamente sostenibile, utilizziamo anche una stampa a tecnologia UV, a basso impatto ambientale. I nostri prodotti sono funzionali e duraturi, finalizzati a soddisfare l’esigenza di innovazione ed ecosostenibilità che si sta diffondendo sempre più rapidamente nelle abitudini dei consumatori e delle aziende”.

Redazione www.biodiversitywar.it

Fondazione BioHabitat

segui le storie con il magazine biodiversitywar 

Entra con noi in “Un Viaggio fatto di Uomini, di Semi e di Piante”