Pubblicità Contatti
martedì - 26 settembre 2017
 

Cersaie apre all'insegna della sostenibilità: l'attenzione all'ambiente è la nuova chiave sui cui si gioca competitività delle aziende

Biodiversity.Bio a Cersaie: taglio del nastro

Il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, il presidente della regione Stefano Bonaccini, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e di Confindustria Ceramica Vittorio Borelli hanno tagliato il nastro di Cersaie questa mattina alle 10.45, prima di aprire il convegno inaugurale “Sostenibilità e competitività nella manifattura europea nel contesto internazionale”, al Teatro Europauditorium. “Siamo in una

Biodiversity.Bio a Cersaie 2017 - Bologna

Biodiversity.Bio a Cersaie 2017 – Bologna: Comunicato Stampa

SCARICA COMUNICATO STAMPA Cersaie, seconda tappa autunnale del treno della Biodiversità Biodiversity.Bio prosegue nell’indagine sulla Biodiversità in Emilia Romagna accendendo i riflettori su sostenibilità e innovazione nell’uso dei materiali per l’edilizia e l’arredo Bologna Fiere, 25-29 settembre 2017 Biodiversity.Bio prosegue nell’indagine sulla Biodiversità accendendo i riflettori su sostenibilità e innovazione nell’uso dei materiali naturali anche  per l’edilizia e l’arredo. I cold case dei detective della biodiversità, tutti i giorni in diretta streaming, apriranno un confronto su temi caldi della manifestazione: architettura, arredamento, prodotti ecosostenibili, design, nuovi materiali. I dati parlano chiaro:  oggi il mercato della ceramica italiana produce con investimenti superiori al 7% del fatturato, i più elevati standard di protezione ambientale e sociale al mondo. Il rispetto dell’ambiente, inizia dalla scelta di materiali innovativi e di recupero,  si sviluppa attraverso il trattamento delle materie prime,  per arrivare all’ideazione di strategie abitative che permettono di risparmiarepreservando le limitate risorse naturali di cui disponiamo. Ecco perché il treno di Biodiversity.Bio, progetto promosso da Fondazione BioHabitat che, attraverso i principali eventi di settore, sta percorrendo tutta l’Italia, farà tappa per tutta la prossima settimana proprio alla stazione del Cersaie, Un osservatorio privilegiato dal quale intercetteremo le novità e i protagonisti del settore, per raccontare in diretta streaming le loro storie. I numeri del progetto intercettano 150.000 contatti con un bacino di oltre 45.000 visitatori in diretta in soli cinque giorni, dal taglio del nastro del format per social e web. Obiettivo: innovazione, rispetto dell’ambiente e creatività Un focus particolare sarà riservato al design, con la

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna Oggi in studio in diretta streaming dallo studio di Biodiversity.bio Fabiano Petricone (1965). È docente di Metodologia e tecniche della comunicazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna. È progettista ed esperto di advertising e comunicazione organizzativa. Si è occupato di comunicazione per l’editoria. Ha collaborato con il fumettista

Luca Dondini, del Dipartimento di Agraria dell’Università di Bologna

In diretta streaming Luca Dondini, del Dipartimento di Agraria dell’Università di Bologna

I  detective di Biodiversity.Bio sono alla ricerca dei killers della Biodiversità e dallo studio di Bologna, in diretta streaming, tutti i giorni dalle 10 alle 17, si aprono i Cold Case della redazione di www.biodiversitywar.it Oggi pomeriggio il professore Luca Dondini, del Dipartimento di Agraria dell’Università di Bologna, è biotecnologo e si occupa di biodiversità

Biodiversity.Bio e i detective della biodiversità

Biodiversity.Bio e i detective della biodiversità

Il treno di Biodiversity.Bio fa tappa a Sana 2017 –  Criminal Investigation Task Force – Un’indagine sulla Biodiversità in Emilia Romagna e in Italia Chi ha fatto sparire la Mela di Monterosso? Che fine hanno fatto il Pero Ravagnano e l’Albicocca Tonda di Tossignano? Sono questi gli spinosi casi che ci appassionano, “cold case” per i quali abbiamo

Altrimenti Bio - Eventi e Format

Altrimenti Bio – Eventi e Format video da settembre 2017

Un Viaggio fatto di Uomini, di Semi e di Piante. Lo abbiamo chiamato Treno della Biodiversità, ma in fondo è un modo per raccontare l’esperienza di un Viaggio su un’asse che da Milano a Bari si muove sul suo perno Bologna, cabina di regia di eventi, approfondimenti e messa in rete dell’esperienza di imprenditori e

Altrimenti Bio - il cortometraggio a episodi

Altrimenti Bio – il cortometraggio a episodi

In produzione per il “Treno della Biodiversità” contestualizzato dal progetto Biodiversity.bio, promosso dalla fondazione BioHabitat, è in produzione il primo episodio della web serie “#Ultimatumallaterra”. Il racconto segue la campagna di comunicazione e programmazione eventi iniziata a Marzo 2017 e si identifica nei contenuti di statuto della Fondazione e dell’idea di base, che vuole avvicinare

Siamo in un vagone della carrozza del Biodiversity Express, il Treno della Biodiversità, e la camera si avvicina a uno scompartimento in cui sta avvenendo una singolare chiacchierata.

Biodiversity.Bio: quando dal fumetto nasce il film

Biodiversity.Bio è un Viaggio fatto di Uomini, di Semi e di Piante, ma proprio per questo, essendo nato da un’idea lo abbiamo creato come fosse un Fumetto. Grazie al successo del percorso ecco che finalmente possiamo dare inizio al Film. I bravi sceneggiatori ci insegnano ad ascoltare i personaggi, a renderli vivi, caratterizzarli e se

Biodversity.Bio è anche rock

Biodiversity.Bio: voi scrivete la Storia, noi raccogliamo emozioni

Biodiversity.Bio, il progetto, le storie, gli esempi e come partecipare a un Viaggio Fatto di Uomini, di Semi e di Piante, sull’asse che va da Milano a Bari e che vede Bologna, oggi più che mai, cabina di regia di eventi e progettualità. Biodiversity.Bio è anche una piattaforma unica in Italia, perché si pone come

La città ospiterà oltre 70 eventi tra dibattiti, convegni, mostre e spettacoli

G7, Ministro Galletti: Bologna capitale dell’ambiente

Un G7 aperto, diffuso, condiviso con la città. Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti presenta il vertice mondiale sull’ambiente che si terrà a  Bologna l’11 e il 12 giugno. Un incontro delicato, su un tema che segna distanze sostanziali tra i grandi della Terra, schierati su posizioni difficilmente conciliabili, com’è già emerso chiaramente dai

Digitrend s.r.l