Pubblicità Contatti
martedì - 26 settembre 2017
 

Biodiversity.Bio a Cersaie 2017 - Bologna

Biodiversity.Bio a Cersaie 2017 – Bologna: Comunicato Stampa

SCARICA COMUNICATO STAMPA Cersaie, seconda tappa autunnale del treno della Biodiversità Biodiversity.Bio prosegue nell’indagine sulla Biodiversità in Emilia Romagna accendendo i riflettori su sostenibilità e innovazione nell’uso dei materiali per l’edilizia e l’arredo Bologna Fiere, 25-29 settembre 2017 Biodiversity.Bio prosegue nell’indagine sulla Biodiversità accendendo i riflettori su sostenibilità e innovazione nell’uso dei materiali naturali anche  per l’edilizia e l’arredo. I cold case dei detective della biodiversità, tutti i giorni in diretta streaming, apriranno un confronto su temi caldi della manifestazione: architettura, arredamento, prodotti ecosostenibili, design, nuovi materiali. I dati parlano chiaro:  oggi il mercato della ceramica italiana produce con investimenti superiori al 7% del fatturato, i più elevati standard di protezione ambientale e sociale al mondo. Il rispetto dell’ambiente, inizia dalla scelta di materiali innovativi e di recupero,  si sviluppa attraverso il trattamento delle materie prime,  per arrivare all’ideazione di strategie abitative che permettono di risparmiarepreservando le limitate risorse naturali di cui disponiamo. Ecco perché il treno di Biodiversity.Bio, progetto promosso da Fondazione BioHabitat che, attraverso i principali eventi di settore, sta percorrendo tutta l’Italia, farà tappa per tutta la prossima settimana proprio alla stazione del Cersaie, Un osservatorio privilegiato dal quale intercetteremo le novità e i protagonisti del settore, per raccontare in diretta streaming le loro storie. I numeri del progetto intercettano 150.000 contatti con un bacino di oltre 45.000 visitatori in diretta in soli cinque giorni, dal taglio del nastro del format per social e web. Obiettivo: innovazione, rispetto dell’ambiente e creatività Un focus particolare sarà riservato al design, con la

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna

Fabiano Petricone Accademia delle Belle Arti Bologna Oggi in studio in diretta streaming dallo studio di Biodiversity.bio Fabiano Petricone (1965). È docente di Metodologia e tecniche della comunicazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna. È progettista ed esperto di advertising e comunicazione organizzativa. Si è occupato di comunicazione per l’editoria. Ha collaborato con il fumettista

Suolo e Salute : la storia del biologico certificato dal 1969

Suolo e Salute : la storia del biologico certificato dal 1969

Suolo e Salute : la storia del biologico certificato dal 1969 In compagnia di Alessandro D’Elia scopriamo la storia di Suolo e Salute,  organismo di controllo e certificazione per l’agroalimentare e l’ambiente. Nasce dall’Associazione Suolo e Salute, fondata nel 1969, che in Italia ha realizzato la prima esperienza di promozione del metodo organico-minerale, dal quale

Altrimenti Bio - il cortometraggio a episodi

Altrimenti Bio – il cortometraggio a episodi

In produzione per il “Treno della Biodiversità” contestualizzato dal progetto Biodiversity.bio, promosso dalla fondazione BioHabitat, è in produzione il primo episodio della web serie “#Ultimatumallaterra”. Il racconto segue la campagna di comunicazione e programmazione eventi iniziata a Marzo 2017 e si identifica nei contenuti di statuto della Fondazione e dell’idea di base, che vuole avvicinare

Maurizio Corrado: la traccia narrativa di "ForestArena"

Maurizio Corrado: la traccia narrativa di “ForestArena”

Maurizio Corrado ha curato l’allestimento di Forestarena, realizzata all’interno di una mostra a cura di Milano Makers, con l’apporto di studenti che hanno approfondito il tema della mobilità, di un vivaista che ha creato un’area verde, di un artista che lavora sul tempo, messaggio fondamentale dell’architettura ecologica, che osserva le cose nella loro evoluzione. Ci sono fenicotteri, struzzi

a Bologna artisti, artigiani, architetti e allevatori che si dedicano pratiche dell’agricoltura sostenibile

geart_biodiversitywar.it

Geart: l’oasi della biodiversità sui colli di Bologna

#giovanistorie In Valsamoggia, sul primo appennino tosco-emiliano, non molto distante da Bologna, c’è un piccolo borgo dove un gruppo di persone sperimenta da vent’anni le pratiche dell’agricoltura sostenibile: artisti, artigiani, architetti, contadini, docenti, fornai, allevatori che si dedicano all’arte e alla formazione sui temi dell’ecologia, della sana alimentazione, della permacultura e della custodia dei semi.

Maurizio Corrado: "ForestArena" il Verde nell'Architettura

Forestarena_BiodiversityBio

Maurizio Corrado: “ForestArena” il Verde nell’Architettura

Foresteria:  Intervista con Maurizio Corrado – L’architetto nella foresta  Maurizio Corrado, saggista, consulente, si occupa di architettura ecologica e sostenibile dagli anni Novanta, è uno dei maggiori esperti italiani del rapporto fra architettura, design e piante. In occasione del Salone del Mobile di Milano, curerà la programmazione degli spazi della Fabbrica del Vapore, dedicati al

Seconda uscita del magazine BiodiversityBio: sommario

TopNews_BiodiversityBio

Sommario della seconda uscita del magazine BiodiversityBio

Sommario della seconda uscita del magazine online Apriamo questo secondo numero del magazine di Biodiversity.bio sull’onda del successo del lancio del progetto a Petra – ModenAntiquaria, il 17 febbraio: in una foresta incantata, tra amici e ospiti del settore, abbiamo inaugurato la prima tappa del treno della biodiversità, che percorrerà l’Italia dalla Sicilia alle Alpi.

BioDiversity.Bio - Fare rete d’impresa

BioDiversity.Bio – Fare rete d’impresa

Perché fare network d’impresa per parlare di Biodiversità e Biologico? Diamo vita a un bosco sostenuto da valori e innovazione. I motivi sono essenzialmente due: innanzitutto vorremmo raccontare le storie e parlare di tradizioni del luogo che al mondo raccoglie la più alta percentuale di Biodiversità; in secondo luogo è più che mai necessario fare rete d’impresa, condivisione

Giulia Fortunato

Giulia Fortunato:”Hugo Pratt 50 anni di viaggi nel mito”

Intervista a Giulia Fortunato, titolare di CMS.Cultura, racconta la genesi di questo percorso: Giulia Fortunato: Dall’Africa a Buenos Aires, dai mari del Sud alla Scandinavia e poi Canada, New York, Caraibi. È un viaggio che attraversa popoli e paesaggi, deserti aridi, mari limpidi e foreste verde smeraldo, la mostra “Hugo Pratt e Corto Maltese, 50

Digitrend s.r.l